Dubai, 24  ottobre 2011

In occasione del salone del mobile “Index” a Dubai, nello stand del PIDA, il fascino della cultura classica italiana sposa il design moderno in rappresentanza del Made in Italy

“The Italian identity in UAE” è il titolo che capeggia sulla parete principale dello stand.

Uno slogan che si compie attraverso le note del walzer di Verdi che accompagna due ballerini vestiti in costumi d’epoca che fanno rivivere la magia del ballo del Gattopardo in nome dei centocinquanta anni dell’unità d’Italia; attraverso il riuscito design moderno dello stand; con la mostra multimediale dei progetti vincitori del PIDA e del workshop; con l’illuminazione di lampadari fatti da artisti del vetro di Murano; con le immagini del bel paese (sequenze girate sull’isola d’Ischia) che scorrono sul fondale dello stand. Insomma, una riuscita campagna di co-marketing e co-branding che ha calamitato l’interesse di più di 400 visitatori profilati in soli due giorni. Molti i contatti con designer ed architetti che hanno realizzato alberghi e spa e che vedono con grande interesse l’iniziativa del “premio sugli alberghi e sulle spa più belle del mondo” aspettando il lancio del bando 2012.

Forte cassa di risonanza è stata data dai media locali che hanno visto nel “PIDA showcase” un’esperienza nuova e stimolante che aiuta i professionisti del settore che operano con qualità ad emergere dalla massa. Il mensile Interiors di questo mese ha dedicato una pagina intera al premio, altrettanto ha fatto il magazine Compasses con ben quattro pagine report sulla settimana clou tenutasi ad Ischia nella villa La Colombaia di Visconti in luglio.   

L’occasione è stata propizia per stringere accordi e rafforzare relazioni già in essere con i partner locali ed internazionali al fine di organizzare la nuova edizione del premio che partirà a febbraio 2012 e vedrà come paesi ospitanti il premio gli Stati Uniti, gli Emirati Arabi, e la Russia.

(CS del 20 Ottobre)

PIDA, Premio Internazionale Ischia di Architettura, a Dubai ed Abu Dhabi per il salone del mobile “Index” e per l’inaugurazione della settimana della Cultura Italiana negli Emirati Arabi Uniti.

Detto, fatto.

Quando quest’estate, nella serata conclusiva del PIDA, l’Arch. Giancarlo Graziani invitava tutti all’appuntamento di ottobre a Dubai, c’erano un po’ di dubbi sulla reale fattibilità di quest’impegno. E invece, la tenacia e la passione del gruppo dell’associazione PIDA per quest’evento, hanno fatto si che ciò diventasse realtà.

Uno stand da 120 mq dove il premio rappresenterà il suo operato portandosi con se i messaggi positivi che l’isola sa dare legati al turismo e soprattutto alla cultura, visto che ad accompagnare il PIDA ci sarà anche la Fondazione Luchino Visconti che, in gemellaggio con l’ambasciata di Abu Dhabi porterà il nome del regista e di Ischia nella terra degli emiri.

Saranno due gli appuntamenti clou. Il primo all’interno della salone del mobile “Index Dubai”, dal 22 al 25 ottobre, dove in uno stand avveniristico disegnato dagli architetti dell’associazione PIDA, si racconterà l’esperienza del premio attraverso il racconto delle passate edizioni, la mostra dei progetti vincitori e la presentazione del programma per il 2012. In quell’area è stato anche previsto un palco per il Ballo del Gattopardo rappresentato da due ballerini che già quest’estate avevano incantato la “Colombaia” danzando il walzer di Verdi in costumi d’epoca nella serata indimenticabile del 6 agosto diretta dal regista Bruno Garofalo. Mentre loro volteggeranno, sullo sfondo verranno proiettate le immagini dell’omonimo film miscelate con quelle che ritraggono le bellezze della Colombaia e dell’isola d’Ischia.

Un’evento, spiegano gli organizzatori Giovannangelo De Angelis e Massimo Bottiglieri, che porrà in essere azioni di marketing territoriale con l’obbiettivo di essere parte attiva di un’offerta turistica di qualità.

Il 23 sarà invece il giorno dedicato interamente al Ballo del Gattopardo. Presso l’avveneristico campus della Zayed University di Abu Dhabi, organizzato dall’attivissima Alessandra Priante dell’Ambasciata di Abu Dhabi, con la presenza dell’ambasciatore e dello sceicco Zayed, si terrà l’apertura della settimana della Cultura Italiana affidata per l’appunto alla riedizione del ballo. Anche qui Giovanna Nicodemo e Silvio Mennella vestiti con i costumi della storica sartoria CTN 75 danzeranno in nome dei 150 anni dell’unità d’Italia, di Ischia e di Luchino Visconti.

Gli altri giorni della fiera saranno invece dedicati alla promozione del design italiano attraverso i progetti degli “alberghi e delle spa più belli del mondo” messi in mostra sui monitor dello stand. Sarà anche l’occasione per presentare in anteprima l’applicazione per iPad ed iPhone, presto online per chi voglia consultare i progetti e leggere i contenuti delle prime quattro edizioni del premio.

Tutto questo sarà possibile grazie al supporto dell’Ordine degli Architetti di Napoli, del Comune di Forio e grazie agli sponsor Exceed by Compasses (accelleratori di business negli emirati arabi), NeoArt (produttore ischitano di lampade in vetro di Murano), e AIC group (azienda leader nell’arredamento e nel contract). L’evento ha ricevuto il patrocinio del Consiglio Nazionale degli Architetti, dell’Ambasciata di Abu Dhabi, della Regione Campania, della Provincia di Napoli e di Federalberghi.